Informazioni personali

La mia foto

Sono mamma di 2 bambini, mi piace creare, disfare,riciclare, aggiustare,cucinare e lavorare con la fantasia ma anche raccontarmi e raccontare....

martedì 13 dicembre 2016

E il Natale "prima e dopo i fgli?" ... Parliamone

Ciao amici, per la serie a volte ritorno e come non farlo se non con un post "Prima e dopo i figli?"...  👦👧✏

Oggi vi racconto il mio, il nostro Natale , com'era, com'è cambiato e com'è adesso.

Prima dei figli facevamo 🎄l'albero l'8 dicembre, giorno dell'Immacolata, come sottofondo le canzoni natalizie stile Frank Sinatra, Bill Cosby, John Lennon e company .... Col profumo della cioccolata calda sul fuoco e biscotti al burro pronti in tavola 🍪.  Adesso invece già il primo dicembre i bimbi iniziano a chiedere "Quando facciamo l'albero?", "Quando mettiamo le luci?" e solitamente la nostra resistenza cede intorno al 3 e se non freniamo l'entusiasmo rischiamo di dover montare le luci pure in auto...
Non esisteva per noi la corsa ai regali 🎁, si facevano lunghe passeggiate in centro per i negozi, aaahhh che ricordi .... Dopo i figli siamo lentamente passati dalle passeggiate veloci in piazza tra i mercatini, ai pomeriggi in centri commerciali, per finire a fare la lista regali on -line aspettando direttamente il corriere ... non è il massimo lo so ma vi assicuro che il nostro sistema nervoso ringrazia  😉
Poi la sera della Vigilia a preparare i pacchetti, tutti rigorosamente perfettamente confezionati, sotto l'albero, la S. messa a mezzanotte e gli auguri a casa di amici, un bicchiere di vino, una fetta di panettone e tutti a nanna in attesa del Grande giorno, a pranzo dai miei e la sera dai suoceri , stracolmi di ogni bendiddio, una volta a casa ci fiondavamo a letto praticamente rotolando... Adesso i pacchetti li facciamo di nascosto la sera stessa, un po' come vengono, tanto la carta sarà l'ultimo dei loro pensieri, la S. messa ore 18,30, più tardi si rischia la sconsacrazione, tra gli sguardi dei soliti che ti squadrano ad ogni respiro dei bimbi, perchè forse non ne hanno mai avuti o li hanno già grandi e si sono dimenticati del loro pargolo mentre si arrampicava sull'altar maggiore durante la comunione .... a messa finita tutti a casa a preparare latte, biscotti e carote per Babbo Natale e le sue renne, che poi latte e biscotti si mangiano anche volentieri, ma con le 8 carote come la mettiamo? Le pesti controllano il frigo la mattina, perchè mica si fidano!!! E poi  convincerli che se non andranno subito a dormire non troveranno  i regali sotto l'albero? Un'impresa olimpica ... Alla fine sfiniti andiamo a letto, anzi ci trasciniamo, dimenticando la bottiglia che avevamo messo in frigo per brindare 🍷🍷 insieme noi due a lume di lanterna!!!!!!!! Pura Utopia 😂.... E il giorno di Natale??? Tutti a casa nostra ovviamente, per stare vicini ai bimbi e non perdere l'entusiasmo dei regali e il momento sacro del posizionamento del bambinello appena nato nella mangiatoia del presepe, una grande meravigliosa famiglia .... tra pentole su pentole di cose prelibate da mangiare, la tombola, il vin brulè e il panettone!!!!!!!!! Però Questo si che è vero Natale!!!!!!!!!

Buone Feste Amici 🎄🎅🎊🎉🎷🎶🎵

Che Sia un Natale Speciale per Tutti i Grandi ma Soprattutto per i Nostri Bimbi

Perchè Senza Bimbi Che Natale Sarebbe!!!!!!!!



Mamma Carla



Pensierini Biscottosi per Natale

Oggi vi voglio suggerire dei pensierini semplici e d'effetto da regalare ad amici e parenti.
Vanno molto di moda e sono i preparati in barattolo ... Io ho fatto i biscotti con gocce di cioccolato, sono molto veloci da preparare e belli da vedere. Vi potete poi sbizzarrire nelle decorazioni dei vasi e potete utilizzare qualsiasi tipo di barattolo con una capienza minima di 500 gr. Io uso quelli ermetici della Bormioli.
Andiamo con gli ingredienti che vi serviranno per riempirli.  😊😊😊😊

Biscotti in barattolo con gocce di cioccolato
di Mamma Carla
Ingredienti in un barattolo da circa 500 g di capienza

250 g di farina 00

150 g di zucchero semolato

150 g di zucchero di canna

50 g di gocce di cioccolato
marshmallow (solo per guarnizone)

Dovete inserirli nei barattoli iniziando dalla farina, che prima di inserire dovete setacciare, iniziate a versarla un po' alla volta battendo bene il barattolo per compattarla bene ... continuate con lo zucchero di canna allo stesso modo e via via inserite tutti gli ingredienti creando strati irregolari alternando gli ingredienti e lasciando per ultime le gocce di cioccolato. Alla fine per compensare il vuoto che rimane, se rimane, mettete i marshmallow che contribuiranno a tenere pressati gli strati così da far in modo che non si mischino tra loro gli ingredienti.




Non dimenticate di allegare un foglietto con scritto gli ingredienti da aggiungere alla ricetta e il procedimento per preparare i biscotti ... 

"Da aggiungere: 100 g di burro - 1 tuorlo d’uovo medio - 1 cucchiaino raso di cannella - 1/2 cucchiaino di lievito in polvere - vanillina - un pizzico di sale 

Prepariamo i biscotti: in una ciotola unite la farina, il sale, il lievito, la cannella e la vanillina. In un’altra ciotola lavorate il burro morbido con lo zucchero (sia semolato che di canna) con una spatola fino ad amalgamarli bene ottenendo un composto omogeneo. Aggiungete, quindi, il tuorlo d’uovo allo zucchero e mescolare fino a farlo assorbire. Infine, aggiungete la farina e gli altri ingredienti secchi poco alla volta per far si che vengano ben assorbiti, e in ultimo le gocce di cioccolato. A questo punto potete anche mescolare con le mani se vi è più comodo. Coprite l’impasto con un foglio di pellicola e riponetelo in frigorifero per 30 minuti. Riprendete l’impasto e formate delle palline di circa 40 g l’una, ponetele su carta forno e schiacciatele leggermente. Mettetele ben distanti l’una dall’altra in quanto tenderanno a distendersi durante la cottura. Infornate in forno preriscaldato a 180° per circa 15 minuti fino a che non saranno leggermente dorati."


Spero di avervi dato dei buoni spunti per i vostri pensierini di Natale

Un abbraccio Buon Lavoro e Buone Feste

Mamma Carla

venerdì 25 novembre 2016

Le Giornate delle Mamme

Quanto sono speciali  le giornate delle Mamme, sono il frutto di notti in bianco, di lenzuola cambiate nel cuore della notte, di pianti, coccole, ciucci dispersi e peluche scomparsi .... Iniziano con mattine fatte di colazioni in ritardo e calzini spaiati, di lavatrici programmate, asciugatrici dimenticate, lavelli abbandonati ... Sono fatte di baci troppo veloci e abbracci troppo brevi ... di saluti sul'uscio di una porta e pianti dietro un portone ... 
Troppo spesso accompagnate da ore in auto, al lavoro e troppo poche con chi amano ... 
Le giornate delle mamme sono fatte di sfide, sconfitte e conquiste .... 
Le giornate delle mamme spesso si leggono la sera nei loro occhi, tra la purezza di una lacrima, la luminosità di un  sorriso, la forza di un abbraccio ....
Le giornate delle mamme non sono mai tutte uguali, ma tutte finiscono con occhi che le guardano incantate, con manine che le accarezzano affascinate, con sguardi innamorati, coccole infinite, tra lenzuola profumate e favole incantate .... E' questo che rende così speciali le giornate di noi mamme...

Dedicata a tutte le mamme

Mamma Carla

martedì 9 agosto 2016

E se la mamma Deve lavorare?

Care amiche, oggi mi sento ferita .... Mi è capitato di leggere di mamme a tempo pieno elogiarsi di quanto sono brave, di come hanno scelto di essere mamme full time, di aver scelto di sacrificare il loro "benessere economico" per curare i figli e criticare invece le mamme che, a detta loro, preferiscono lavorare e mantenere una vita agiata fatta di lusso, week-end fuori casa, macchine nuove, case da sogno e vacanze ai tropici ... Io da mamma che lavora a tempo pieno mi sono sentita chiamata in causa e rattristata, perchè forse queste mamme non sanno cosa significa vedere altri crescere la tua vita ... andare al lavoro con le lacrime agli occhi mentre tuo figlio/a piangendo ti saluta con la mano dalla porta dell'asilo, non poterlo portare al parco giochi  ... tornare così stanche la sera da non aver voglia di mangiare, ma giocare lo stesso col tuo piccolo campione a calcio e finire quel disegno iniziato la sera prima con la tua principessa, per poi andare a letto a ore improponibili per sistemare la casa ... Io non ho una villa di lusso,  non faccio week-end in Spa ogni settimana, in 7 anni ci siamo concessi un week end per i bimbi a Trento,  guido un'auto che tra poco festeggerà la maggiore età, faccio una settimana di vacanza all'anno al mare, in appartamento, scrutando le offerte da febbraio a maggio insomma faccio una vita normale senza eccessi ne lussi .... Non sono migliore di altre, forse peggiore non lo so ma non giudico e non critico.... C'è chi ha avuto il Privilegio di poter scegliere, sicuramente con tanti sacrifici, io le invidio molto perchè questa alternativa a me non è stata concessa ... Io non ho potuto scegliere, devo continuare a lavorare, sognando un part time perchè è la mia unica alternativa ... Quindi per ora continuerò a giocare a calcio anche se stanca e a colorare arcobaleni di sera in sera, a cucinare senza fame e sorridere sempre. Con nel cuore la speranza di non leggere più critiche alle mamme che lavorano perchè non lo meritiamo ^_^

Un abbraccio 

sabato 18 giugno 2016

Il Monte Grappa

Una domenica come tante siamo stati sul Monte Grappa, il monte della patria, protagonista obbligato della Grande Guerra.

Qui tra una preghiera ai caduti, la conta dei gradini dell'ossario e una visita al museo, siamo entrati nelle gallerie che durante la guerra erano la "casa" dei soldati, dove mangiavano, si scaldavano, dormivano e qua tra una "stanza" e l'altra... Tra le tante foto questa ha colpito il mio piccolo grande ometto...

Si ferma, la guarda e per qualche momento non parla, lo lascio fare, poi chiedo cos'ha e lui si gira e mi stupisce come solo la purezza di un bambino sa fare...Così piccolo ma così Grande...

"Mamma, si vede che questi soldati non sono felici, vedi...non ride nessuno...sono tristi... Adesso capisco che la guerra è brutta"






Il futuro che legge nel passato ciò che non dovrebbe più succedere nel futuro!!!

Se andate anche voi sul Monte Grappa fate visita alle gallerie delle trincee e guardate questa foto...

Cresci Amore mio con queste parole nel cuore

Un abbraccio 
Mamma Carla